Allontanamento Piccioni Appia

Questa scheda è stata visualizzata 110 volte
Allontanamento Piccioni Appia
User Rating: 5 (1 votes)

I piccioni sono fonte di seri problemi igienico-sanitari. Prima cosa da fare l Allontanamento piccioni Appia perché  portatori di una  tra le malattie più comuni e pericolose che si possono citare: la salmonellosi, la cripto coccosi  l’istoplasmosi, l’ornitosi, la candidosi, la clamidiosi, la coccidiosi, l’encefalite, la tubercolosi, ecc.  queste malattie sono insidiose perché non è necessario che avvenga un contatto diretto: il vento, gli aspiratori, i ventilatori possono trasportare la polvere infetta delle deiezioni dovunque e contaminando gli alimenti qualsivoglia oggetto. e, come non bastasse, dove ci sono dei piccioni si trovano anche i loro ectoparassiti, in particolare pulci, cimici, zecche ed acari, che spesso causano forti infestazioni all’interno di edifici, contaminando pericolosamente l’ambiente. luoghi della casa inutilizzabili solitamente i luoghi preferiti dove i piccioni decidono di colonizzare sono quelli esterni come: tetti, terrazzi o balconi. l’occupazione di questi spazi può degenerare fino a renderli impraticabili, esponendo a possibili malattie. inoltre i piccioni sporcano e sono anche fastidiosi in quanto rumorosi.

questi animali sono abitudinari, ragion per cui se la colonia ha preso dimora di un balcone o terrazzo, oppure il tetto di casa, non è facile allontanarli semplicemente scacciandoli, ma con speciali soluzioni seguite da una corretta disinfestazione per la bonifica degli ambienti .danni su impianti esterni e struttura  in molti casi i piccioni possono fare il loro nido, ad esempio, sull’unità esterna dei condizionatori, danneggiandola e rendendola inutilizzabile. ancora i piccioni, soprattutto se numerosi, possono compromettere la capacità portante di elementi strutturali sui quali sostano come balaustre, sottotetti e cornicioni. eliminare fonti di cibo  già l’assenza di predatori naturali, permette loro di sopravvivere e riprodursi senza deterrenti negli ambienti urbani.i piccioni amano stare in luoghi particolarmente asciutti per ripararsi dall’intemperie ed anche posti in cui possono facilmente reperire del cibo.

a questo proposito, è bene assicurarsi che non vi siano accessi alle fonti di cibo come ad esempio un orto, o avanzi lasciati sui davanzali per i piccoli uccellini, specie d’inverno, e cassonetti della spazzatura lasciati senza coperchi  non alimentarli  è, ovviamente, necessario non dar loro l’abitudine di trovare cibo a loro disposizione con l’intenzione di alimentarli, giacchè  loro torneranno inevitabilmente e sempre più numerosi.  le città sembrano essere gli ambienti favoriti dai piccioni per la loro diffusione, ma anche per altre specie di volatili. ciò dipende dal clima più mite rispetto alle periferie o le campagne e, cosa non trascurabile, è più facile per loro procurarsi del cibo. chiudere gli accessi  è altresì importante sigillare per bene qualsiasi accesso dai camini o solai, ad esempio, dato che questi volatili si insinuerebbero e troverebbero il modo di creare delle colonie all’interno con tanto di nidificazione.

l’allontanamento dei piccioni, in un secondo momento, diventa molto difficile. potare i rami se ci sono degli alberi o delle piante da fusto i cui rami sporgono a tal punto da arrivare a toccare i vostri terrazzi o balconi, è meglio farli potare perché per i piccioni sono un comodo modo di stare appollaiati e vicini a una fonte di riparo o di cibo. un intervento tempestivo che cambi le condizioni di permanenza, è senz’altro utile al loro allontanamento. rendere scomodo l’ambiente

uno dei modi migliori per eliminare la presenza dei piccioni senza attentare alla loro vita,  è senz’altro quella di non mettere a loro disposizione un luogo dove appollaiarsi, usando i classici ostacoli spinati come quelli che si vedono sui cornicioni nelle grandi città. non potendo “fermarsi” perché queste punte non lo consentono, eviteranno balconi, terrazzi e tetti.

Tel: 0645548090

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*